Nacionalni park "Plitvička jezera"

La flora

Le prime ricerche scientifiche risalenti alla metà dell’Ottocento nel territorio dei Laghi di Plitvice erano quelle del mondo vegetale, circostanza che dimostra una conoscenza abbastanza lunga della ricchezza e del valore della flora del Parco e del suo ruolo nella formazione di questo fenomeno fondamentale. Le ricerche più dettagliate della flora delle piante inferiori condotte dall’esperto Pevalek nel 1924 e 1935, hanno confermato che le alghe acquatiche e i muschi partecipano nella formazione del tufo, e che il tufo e le piante che lo formano rappresentano il fattore più importante che influenza la morfologia dei Laghi di Plitvice.

Le ricerche sistematiche della flora delle piante superiori, iniziate abbastanza tardi - dagli scienziati Šegulja e Krga nel 1984 - hanno confermato che il Parco, quanto a ricchezza e diversità della flora delle piante superiori, rappresenta un fenomeno particolare. Su una superficie del Parco relativamente piccola, sono state registrate 1.267 specie vegetali classificate in 112 famiglie.

La grande diversità del mondo delle piante e la presenza di specie relitte, endemiche e rare, di specie protette dalla legge, delle quali un grande numero si trova nel Libro rosso delle specie vegetali della Repubblica di Croazia e nella Lista Rossa di IUCN nella categoria delle specie in pericolo, determina il Parco un’area di un valore estremo per la vegetazione non solo in Croazia, ma anche in Europa e nel mondo.

La posizione geografica (a 60 km di linea d’arida dal mare) nel retroterra di Velebit, al confine tra il regime delle precipitazioni continentale e quello marittimo, al 1279 m sopra il livello di mare, nonché il sottofondo geologico con le caratteristiche carsiche, hanno reso possibile, influenzandosi reciprocamente, lo sviluppo di un mondo delle piante molto ricco e diversificato. La zona del Parco è ricca delle specie endemiche dell’estensione sia stretta che vasta (settantadue specie). Un valore speciale è rappresentato dalle specie endemiche che sono state descritte per la prima volta proprio in questa zona: l’Edraianthus tenuifolius), il Ranunculus scutatu e la Scilla litardierei – quest’ultima è una specie molto presente nei prati delle valli umide del Parco.

Il Parco è famoso per la ricchezza delle specie protette dalla Legge sulla tutela della natura della Repubblica di Croazia (ventidue specie). Tra le specie di questo gruppo è importante rilevare la pianta Scarpetta di Venere (Cypripedium calceolus, detta anche la Pianella della Madonna), l’orchidea più bella di tutta l’Europa. Dato che si tratta di una specie molto rara e minacciata d’estinzione nelle aree forestali, possiamo trovarla nel Libro rosso delle specie vegetali della Repubblica di Croazia e nella Lista Rossa di IUCN nella categoria delle specie in pericolo.

Un gruppo speciale della flora del Parco è rappresentato dalle specie rare e curiose della flora della Croazia, delle quali questo Parco abbonda. La ventaglia comune (Ligularia sibirica) è una specie che merita un’attenzione speciale. Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice è l’unica zona in cui possiamo trovarla in Croazia, ma anche in un territorio più vasto – che include l’intera Europa orientale. Questa specie si trova nella Lista Rossa di IUCN nella categoria delle specie in pericolo. Nel territorio del Parco possiamo trovarla in due località, nei prati umidi delle valli.

Una caratteristica speciale del Parco sono le piante carnivore.

Nella torbiera (un biotopo umido), all’interno della zona del Parco, cresce la pianta chiamata drosera (Drosera rotundifolia). A causa della rarità dei biotopi di questo tipo, essa appartiene al gruppo delle piante croate rare. Nelle zone dei prati umidi delle valli del Parco possiamo trovare anche la pinguicola comune (Pinguicula vulgaris) – pianta carnivora rara che si trova nella Lista Rossa di IUCN sotto la categoria delle specie vulnerabili. In questo territorio è stata trovata anche l’Utricularia minor, una pianta carnivora acquatica rarissima.

All’interno del Parco possiamo distinguere delle zone molto interessanti e ricche di specie: una striscia stretta ai margini dei laghi, la foresta vergine Čorkova uvala, la Ljeskovačka bara (torbiera), Rudanovac e Vrelo – la zona più importante e più preziosa dal punto di vista idrografico, ecologico e botanico del Parco al di fuori dall’area stretta dei laghi. Queste zone, oltre alla diversità e alla ricchezza del mondo vegetale, sono importantissime anche per la diversità e ricchezza del mondo animale.

Fauna

Quando si parla del mondo degli animali del Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, quello che ci viene subito in mente è il suo simbolo - l’orso. Invece, la ricchezza della fauna di questo parco nazionale è molto più vasta e preziosa della “fama” del suo rappresentante più attraente.

Dai tempi più remoti, quando gli scienziati hanno iniziato a interessarsi della zona dei Laghi di Plitvice, è stata dimostrata e documentata la presenza di varie specie di animali. La maggior parte degli invertebrati è stata esaminata nell’ambito delle ricerche limnologiche divise nei gruppi: zooplancton, macrozoobentos, microzoobentos, dato che i biotopi acquatici sono di primaria importanza per questa zona. Abitanti frequenti dei Laghi sono anche due specie di granchi: il granchio di mare e il granchio di fiume.

Gli insetti, che con il loro numero vasto di specie sono tra gli animali più frequenti dei biotopi terrestri, hanno suscitato l’interesse dei biologi – dei ricercatori dei biotopi prati e biotopi boschi. L’attenzione particolare è stata focalizzata a un gruppo di farfalle il cui numero di specie documentate, secondo le ricerche odierne, è risalito a 321 di cui 76 specie di farfalle diurne e 245 specie di farfalle notturne. L’ipotesi degli scienziati è che questo numero racchiude solo il 40 o il 50 % dell’intera fauna potenziale dei Lepidotteri. Con la protezione di certi biotopi, si cerca di conservare le condizioni giuste per il ciclo di sviluppo indisturbato di alcune specie significative, soprattutto delle farfalle azzurre (Polyommatus) del genere delle Maculine. La specie di insetti esaminata con particolare attenzione sono i Tricotteri, con 80 specie fino ad ora documentate.

Per quanto riguarda alcuni gruppi di vertebrati, il loro numero di specie è stato confermato con le ricerche della biodiversità. Gli altri gruppi sono stati esaminati nell’ambito dell’osservazione delle condizioni ambientali come indicatori, oppure è stata analizzata l’ecologia di qualche specie interessantissima o rarissima.

I Laghi di Plitvice, insieme ai loro affluenti, hanno in generale le caratteristiche principali delle acque superficiali ricche di trote. Tuttavia, la trota, uno degli abitanti autoctoni di questi laghi, al giorno d’oggi è gravemente minacciata dalle popolazioni aloctone di cavedani e di scardole. Oltre ai pesci già menzionati, solo nel Lago di Kozjak è stata affermata la presenza di almeno altre 4 specie.

Gli anfibi con le loro all’incirca dodici specie fanno un gruppo assai numeroso di vertebrati nel Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, mentre i rettili sono rappresentati da un numero relativamente piccolo di specie. Gli inverni lunghi e le abbondanti nevicate diminuiscono la numerosità di questa specie dei vertebrati.

Gli uccelli con le loro 157 specie finora documentate sono al terzo posto di numerosità di specie tra tutti i parchi nazionali della Croazia. Il merlo acquaiolo è una delle specie estremamente interessanti, un uccello raro che dipende dai biotopi con i corsi d’acqua puliti.

Nel Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice sono state trovate più di cinquanta specie di mammiferi: ghiri, toporagni, arvicole, ricci, martore, faine, cinghiali e altri. Nelle ricerche più recenti sono state approvate venti specie di pipistrelli - che vivono in biotopi diversi, nei buchi e nelle caverne, poi sotto la corteccia degli alberi, dentro le buche degli alberi ecc. Un interesse speciale viene suscitato dalle popolazioni di lupi, caprioli, cervi, gatti selvatici, linci, lontre e naturalmente dall’orso bruno, quello dell’inizio di questa storia, il re del mondo animale dei Laghi di Plitvice.