In generale

Quello dei Laghi di Plitvice (Plitvička jezera) è il più antico e il maggior parco nazionale della Repubblica di Croazia. Stretto tra la catena montuosa della Mala Kapela a ovest e nord-ovest e la Lička Plješivica a sud-est, amministrativamente parlando è parte della Contea della Lika e di Segna (90,7 %) e della Contea di Karlovac (9,3 %).

Questo territorio di straordinaria bellezza ha sempre attratto gli amanti della natura: da qui la sua istituzione a primo parco nazionale della Croazia, avvenuta ufficialmente l’8 aprile 1949. Il processo di sedimentazione del calcare, responsabile della formazione delle barriere tufacee e dei laghi, rappresenta un valore unico e universale. Per questo motivo i Laghi di Plitvice, il 26 ottobre 1979, sono stati iscritti nella lista dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, ricevendo così la meritata consacrazione internazionale. L’area del parco nazionale è stata ampliata nel 1997 e oggi occupa una superficie di poco inferiore ai 300 km2.

Il parco è prevalentemente coperto da vegetazione boschiva, in misura minore da prati. La parte turisticamente più attraente – quella lacustre – occupa un po’ meno dell’1% della sua superficie totale.

Il complesso lacustre è formato da 16 laghi (jezera in croato) e da una miriade di altri specchi d’acqua minori, tutti disposti a cascata. Differente per substrato geologico e condizioni idrogeologiche, il sistema lacustre del parco è suddiviso in Laghi Superiori (Gornja) e Laghi Inferiori (Donja). I dodici Laghi Superiori, nati su rocce dolomitiche impermeabili, rispondono al nome di Prošćansko (jezero), Ciginovac, Okrugljak, Batinovac, Veliko jezero, Malo (jezero), Vir, Galovac, Milino (jezero), Gradinsko (jezero), Burget e Kozjak. I Laghi Superiori (Gornja) sono più grandi ed hanno rive più frastagliate e docili rispetto a quelle dei Laghi Inferiori. Questi ultimi (chiamati Milanovac, Gavanovac, Kaluđerovac e Novakovića Brod) giacciono, invece, sulla roccia calcarea permeabile delle erte pareti di una gola molto stretta. Essi riversano la loro acqua, tramite imponenti cascate chiamate Sastavci, sul letto del fiume Korana, che scorre nella vallata sottostante.

Il Parco Nazionale Plitvička jezera, aperto tutto l’anno, offre ai propri visitatori sette programmi dedicati al complesso lacustre e quattro percorsi escursionistici di montagna. Chiunque visiti il parco deve attenersi alle istruzioni indicate nei cartelli informativi. Oltre a non allontanarsi mai dai sentieri dotati di segnaletica, bisogna evitare di lasciar traccia del proprio passaggio; per questo motivo nel parco è vietato gettare rifiuti per terra, contrassegnare il territorio o devastarlo in qualsiasi altro modo.

Nel Parco Nazionale è severamente vietato:

  • raccogliere fiori e piante e portar via qualsiasi altro “souvenir” dall’ambiente circostante
  • dar da mangiare agli animali
  • far il bagno nei laghi
  • gettare i rifiuti per terra, lungo i sentieri o altrove. servirsi degli appositi cestini sparsi nel parco
  • allontanarsi dai sentieri dotati di segnaletica
  • fare i bisogni lungo i sentieri. in tal caso, servirsi esclusivamente dei servizi igienici!

Alcune raccomandazioni per chi visita il Parco:

  • indossate vestiti e calzature adatti all’ambiente del Parco
  • proteggetevi dalla pioggia e dal sole (ombrello, mantellina impermeabile; occhiali da sole, cappellino con visiera, crema solare protettiva – secondo la stagione)
  • prima di visitare il parco, date un’occhiata al bollettino meteo
  • prima di visitare il parco, verificate sul suo sito la lunghezza di ogni singolo percorso per dedicare al programma prescelto il tempo sufficiente

Vi auguriamo un piacevole soggiorno nel Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice!

Per maggiori informazioni sullo stato del Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice e sui programmi escursionistici proposti, l’Ufficio Marketing del Parco è a vostra completa disposizione ogni giorno ai seguenti numeri: tel. +385 (0)53 751 014, +385 (0)53 751 015; e-mail: info@np-plitvicka-jezera.hr.